Rugby Metanopoli ASD

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Vieni a Giocare a Rugby
Diventa un Porcospino
scrivi a info#rugbymetanopoli.it

Porcospini Rugby a San Donato (M3)

Alle porte di Milano

Rugby Metanopoli

Rugby e Minirugby

Immagine
DECATHLON
Abbina la tua tessera Decathlon alla nostra Leggi tutto...
Immagine
5x1000
il tuo 5x100 ai Porcospini Leggi tutto...
Immagine
Diventa socio e sostieni i Porcospini
  Vuoi Sostenere i Porcospini? Leggi tutto...
Immagine
Servizio Medicina Sportiva
La società Rugby Metanopoli offre un servizio di MEDICINA SPORTIVA ai propri atleti. Leggi tutto...
Immagine
INFO ATLETI
 Cerchi i moduli di iscrizioni Leggi tutto...
u8 doc.jpg u10 doc.jpg Mud_04.JPG Mud_02.JPG mano su spike 250x167.jpg img_6611 800x534.jpg img_1529 640x427.jpg IMG_0759.JPG IMG_0747.JPG cerchio u10 u8 250x167.jpg

Rugby Metanopoli ASD a San Donato Milanese

Chicken bussa e Metanopoli risponde presente.

E-mail

 Domenica 14 Dicembre - Noverasco di Opera - Porcopsini Rugby Metanopoli vs Chicken Rozzano

Fine settimana importante per il rugby giovanile di Metanopoli con piacevoli novità e qualche conferma. Per la U18 è stato un inizio di stagione difficile, squadra al limite basso della categoria, senza fuoriquota con un nuovo progetto tattico da assimilare e la costante di almeno 5 infortunati hanno messo a dura prova le tenacia e la volontà dei ragazzi di coach Principe. Fino a ieri gli Spini si sono dimostrati sempre competitivi, ma al fischio finale spesso è mancato il dettaglio in grado di fare la differenza. Domenica i giovani Spini, hanno lottato, sofferto e fatto loro una partita importante per il morale e la fiducia. Sul campo di casa i ragazzi di Metanopoli hanno incontrato il Chicken in una partita a tratti piacevole che ha visto vincere di misura i ragazzi in arancionero. Gli Spini schierano la quinta formazione diversa in cinque gare con la novità dei graditi rientri di Squeri e La Polla all’esordio in categoria. Metanopoli parte come sempre forte, mischie e touche funzionano a dovere e anche i ¾ si muovono bene, bastano pochi minuti alla cavalleria leggera per segnare una meta con l’esordiente Squeri. Il primo tempo è avvincente, pur essendo di marca arancionera il Chicken non demorde e sfruttando le ingenuità di Metanopoli si tiene in partita. Al 15 minuto, il veloce Ceruti sfrutta un magistrale calcio di Brozzi raccogliendo la palla al volo e depositando l’ovale al centro dei pali. Chicken reagisce e cinicamente trasforma le occasioni in punti importanti andando a segno oltre i pali. Cinque punti dividono le due formazioni il tema della partita non cambia, Spini che provano a fare la partita e Chicken che sfruttano ogni occasione. Allo scadere del 1°tempo dopo l’ennesima pressione arancionera vola ancora in meta Ceruti grazie ad una bella azione corale. Tra mete e trasformazioni si inizia il secondo tempo sul punteggio di 19 a 12 per Metanopoli la partita si apre ad ogni possibilità ….. Spini spreconi e Chicken cinico. Anche nel secondo tempo gli arancioneri sostano per lunghi tratti nei 22 avversari, ma non riescono a concretizzare il lavoro e per la legge del contrappasso subiscono una meta ed un piazzato. Per la prima volta il Chicken passa in vantaggio 21 a 19, si prospetta il solito finale thriller che fa sudare freddo i numerosi sostenitori dei Porcospini. Metanopoli oggi non ci stà, i ragazzi si buttano a capofitto alla ricerca del bottino pieno costringendo il Chicken a difendere e proprio da un errore difensivo a pochi minuti dalla fine nasce il calcio di punizione che chiude la partita. Brozzi autore di una prova maiuscola si presenta al penalty con la giusta concentrazione…….rincorsa e centra i pali dando 3 punti e vittoria agli arancioneri di Metanopoli. Finisce così una partita incerta che ha visto 2 squadre affrontarsi correttamente ad armi pari.

 

Under 16 , promesse mantenute

E-mail

La nostra U16 era chiamata a confermare tutto quanto di buono era stato fatto vedere contro i Lyons, dove un’attenta organizzazione difensiva e una costante concentrazione nei punti d’incontro avevano fatto “sanguinare il Leone” per lunghi tratti dell’incontro. Il turno contro i pari categoria del Malpensa, a Gallarate, quindi si presentava come il banco di prova ideale: un avversario con una classifica simile agli Spini, con un leggero vantaggio in termini di differenza punti. Sulla carta, tutte le condizioni per assistere ad un match equilibrato.

Le prime fasi dell’incontro sono di studio, e il match fatica a decollare. Nessuna delle due squadre forza i punti d’incontro, e si va avanti con ruck e contro ruck senza azioni particolarmente pericolose. Lentamente però gli Spini guadagnano terreno, si portano a ridosso dei ventidue avversari, e dopo varie fasi con gli avanti il nostro Michele Croon si inserisce in una buona trasmissione dei trequarti, e schiaccia l’ovale nell’area di meta avversaria. Trasformazione di Luca Riboni, 0-7 per gli Spini.

La partita riprende sulla falsariga dell’inizio, molte fasi in mezzo al campo con gli Spini veloci a far uscire la palla dalle ruck e aprire, ma senza mai superare la linea del vantaggio. Le fasi statiche vedono una certa nostra supremazia, il nostro castello domina le touche, e siamo sempre nella metà campo del Malpensa anche se lontani dalla loro area di meta, fino a quando Alessio Gorla raccoglie una palla dalla spazzatura, supera di forza la prima linea di difesa avversaria, con buone gambe evita anche la seconda, e deposita la palla in meta. Si va sul 0-12, siamo a metà del primo tempo.

I ragazzi del Malpensa adesso si svegliano, e iniziano a pressare nei punti d’incontro. Si stabiliscono nei nostri ventidue, ma oggi, come sabato scorso, gli Spini sono efficaci nella fase difensiva, e i ball-carrier del Malpensa faticano a sfondare. La pressione però continua, e fatalmente dopo lunghi interminabili minuti a ridosso dei nostri cinque metri, gli avanti del Malpensa riescono a marcare. Trasformazione, e siamo 7-12. Potrebbe essere un momento di svolta, ma la tenuta mentale degli Spini è superba, e da questo momento in avanti non concedono più nulla agli avversari.

Andiamo a giocare nella loro metà campo, e ruck dopo ruck erodiamo terreno. È ancora Gorla che esce da un ennesimo raggruppamento e va a marcare. Trasformazione di Riboni, 7-19. Il copione non cambia, comandiamo in ogni fase del gioco. Ruck, trasmissione coi tre-quarti, Vittorio Haardt batte il diretto avversario e deposita in meta: 7-24, fine del primo tempo, e abbiamo già guadagnato il punto di bonus offensivo.

La prima metà della ripresa vede ancora una situazione equilibrata, poche azioni pericolose, con tante fasi di gioco lontane dalle rispettive aree di meta. Quando il Malpensa avanza pecca di disciplina, e gli ottimi calci del nostro Matteo Gurrado rispediscono puntualmente gli avversari lontano dai nostri ventidue. A poco meno di 10 minuti dalla fine la partita si riaccende. Una serie di calci ci riporta a ridosso dei loro ventidue, quando un’azione magistrale dei nostri Spini ci regala la quinta meta: touche sui 15 metri, Federico Malacart come sempre vince la contesa, uscita velocissima della palla dalla linea, penetrazione in verticale della nostra terza-centro che sfonda la linea avversaria degli avanti ancora schierata e guadagna una decina di metri, ruck con sostegno, uscita veloce dell’ovale, e Davide Fossati marca una fantastica meta: 7-31.

Gli ultimi minuti dell’incontro sono la dimostrazione di cosa sia lo spirito di questo gioco. I ragazzi del Malpensa, per quanto ormai battuti, non si demoralizzano, e anzi ci premono nei nostri ventidue con costanza e tenacia. La stanchezza si fa sentire, gli Spini difendono bene ma con poca disciplina, e rischiamo la meta tecnica dopo una serie di infrazioni a 5 metri dalla linea di meta. Ma anche gli avversari sono stanchi, non ne approfittano e anzi perdono palla su una entrata irregolare in ruck. Gurrado batte velocemente la punizione, supera la linea avversaria, corre per 40 metri e sul contrasto con l’estremo avversario scarica su Edoardo Dalcerri che corre sostenuto da cinque Spini e deposita la palla in mezzo ai pali. Vedere i nostri ragazzi correre per ottanta metri quando siamo al 60esimo e la partita è già vinta, è pura gioia per gli occhi e motivo d’orgoglio per Roberto e Santo. C’e’ tempo solo per la trasformazione: 7-38 il risultato finale.

Alla fine del lunghissimo sabato abbiamo assistito ad bella prova della nostra U16 che ha ribadito, in meglio, quanto di buono mostrato contro i Lyons. Tutti i ragazzi hanno giocano col massimo impegno, sono stati sempre concentrati, organizzati e coesi. Il miglioramento rispetto a soli due mesi fa è davvero notevole ed è un’ottima base per la fase di ritorno del campionato.

Natale Porcospino

E-mail

 

Martedì 16 dicembre alle ore 19.30
Parco Mattei - a San Donato Milanese
 
Vogliamo festeggiare il Santo Natale e il 5° compleanno di Spike sperando di incontrarci tutti.
Abbiamo a disposizione lo spazio ex ufficio assicurazione alla destra dell'ingresso del Parco, un posto coperto e caldo dove potremo condividere le mitiche golosità delle Mamme del Terzo Tempo (TM) e brindare al Natale e al nostro stare insieme, sempre con il sorriso.

 alt

I Porcospini fanno sanguinare il Leone

E-mail

 Campo Mastini , Noverasco - Sabato 6 Dicembre 2014 - Dal nostro inviato Francesco H.

Dopo la non esaltante vittoria contro i Saints una settimana prima, all’U16 tocca un arduo compito: affrontare i pari categoria di Settimo Milanese, gli imbattuti Lyons. Trenta punti in 6 gare, 221 punti fatti e solo 41 subiti. Un banco di prova formidabile per i nostri Spini.

L’inizio non promette nulla di buono. I Lyons giocano bene, ruck e poi al largo, fino all’ala, con una precisione e padronanza raramente vista in questa categoria. La mano di chi li allena si vede chiaramente. E così, dopo una manciata di minuti sono già in meta. Copione già scritto? No, i nostri ragazzi mostrano una grande concentrazione in fase difensiva, sono abrasivi nei placcaggi, e i tre-quarti avversari non superano mai la linea del vantaggio. Le certezze dei Lyons iniziano a vacillare quando gli Spini vincono le prime mischie ordinate, le touches a favore, e sporcano quelle avversarie. In un quarto d’ora ci installiamo nei loro ventidue, e facendo valere il peso e una chiara superiorità negli impatti degli avanti, andiamo a marcare con una maul ben eseguita. Trasformazione riuscita, 7-5. Siamo davanti.

I Lyons ritrovano continuità nel loro gioco, ruck e poi al largo, ruck e al largo. Gli Spini placcano ogni volta tutto quel che trovano davanti a loro, ma fatalmente un buco crea superiorità per i nostri avversari. Meta, trasformazione, e si va sul 7-12. Prima che il tempo finisca subiamo ancora la pressione nei nostri ventidue, fino a quando il nostro estremo intercetta e cavalca per 70-80 metri, aviene raggiunto ad un passo da una meta “coast-to-coast” che sarebbe stata fantastica. Finisce il tempo, e i Lyons non sono così sicuri questa volta.

I primi dieci minuti del secondo tempo sono una dimostrazione di forza degli Spini. Mettiamo le tende nei loro ventidue, giochiamo intorno alla mischia. Altra maul, i Lyons si salvano una volta. Mischia a cinque, ruck e mini-unit, ruck e mini-unit, e alla fine marchiamo di prepotenza. Trasformazione, 14-12, di nuovo avanti quando mancano poco più di 15 minuti alla fine.

Ma il sogno dura poco. Una nuova trasmissione dei Lyons perfetta fino all’ala crea superiorità al largo, e l’inevitabile meta sulla bandierina. Trasformazione molto difficile, ma ottimamente eseguita, e si va sul 14-19. Siamo comunque sotto il break, i nostri Spini ci credono. Ma i Lyons giocano bene, e per la prima volta nel tempo entrano stabilmente nei nostri ventidue. Quattro-cinque fasi a un passo dalla nostra linea di meta, e in uscita da una ruck non gli è difficile schiacciare la palla in mezzo ai nostri pali: 14-26.

Altre volte la nostra U16 si e’ trovata in questa situazione, di poco sotto a 5-10 minuti dalla fine, quando un calo di concentrazione ha aperto le porte a tanti, troppi punti subiti alla fine dell’incontro. Ma oggi è diverso. I nostri Spini comunque ci credono, un’altra meta vorrebbe dire un punto di bonus difensivo. Siamo stabilmente nei loro ventidue ancora una volta, proviamo a giocare al largo anche noi, ma i Lyons placcano bene, e non riusciamo a prendere la linea del vantaggio. Poi stanchezza, qualche errore di handling, poca disciplina nelle ruck, e la partita finisce senza che il punteggio cambi.

Partita persa, ma il Leone sanguina per i due aculei (mete), per un terzo in meno del bottino che normalmente si porta a casa e il doppio dei punti subiti. Grande prova dei nostri Spini.

Alla fine tutti i ragazzi, Spini e Lyons, vanno insieme sotto la tribuna a ricevere il meritato applauso del pubblico. Gli avversari sono felici per avere vinto, i nostri Spini sono felici sapendo di aver disputato una grande gara.

In questo gioco, dove non esistono le superstar, dove organizzazione e concentrazione fanno la differenza, la nostra U16 oggi ha disputato la miglior prova vista fino ad ora, con dedizione, coraggio, e sacrificio. E se l’allenatore dei Lyons, Marcello Cutitta, 53 caps e 25 mete in Nazionale, miglior realizzatore azzurro di sempre, quattro titoli Italiani con l’Amatori-Milan, stringendo la mano al nostro Capitano e a tutti i ragazzi, ha detto: “Bravi Spini, siete una bella squadra. Continuate così”, beh, vuol dire che la strada è quella giusta.

 Qui le riprese filmate 

JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.

Allenatori, la nostra forza.

E-mail

alt

Non hanno bisogno di presentazioni individuali, li abbiamo visti all'opera: sono gli allenatori dei Porcospini, la forza e il motore del nostro club, la promessa di un solido futuro e una lunga storia a venire.

Condividono la gioia di lavorare per gli altri e una sensibilità speciale verso il mondo  dei bambini e dei ragazzi. Sanno collaborare tra loro e con gli accompagnatori, perchè sanno essere generosi e fidarsi delle capacità altrui, come in una vera squadra. Sono una squadra giovane che si sta preparando anche professionalmente all'allenamento e all'educazione dei ragazzi.

Si sta concludendo la prima fase della stagione 2014 - 2015  e vogliamo qui metterli in luce e rendergli  omaggio per il buon lavoro fatto fino a ora con l'augurio di continuare a trovare soddisfazione e gioia in questa opera per gli altri.

Pagina 1 di 10

Immagine
Chicken bussa e Metanopoli risponde presente.
Giovedì 18 Dicembre 2014
 Domenica 14 Dicembre - Noverasco di Opera - Porcopsini Rugby Metanopoli vs Chicken Rozzano Fine settimana importante per il rugby giovanile di... Leggi tutto...
Immagine
Under 16 , promesse mantenute
Domenica 14 Dicembre 2014
La nostra U16 era chiamata a confermare tutto quanto di buono era stato fatto vedere contro i Lyons, dove un’attenta organizzazione difensiva e una... Leggi tutto...
Immagine
Natale Porcospino
Mercoledì 10 Dicembre 2014
  Martedì 16 dicembre alle ore 19.30Parco Mattei - a San Donato Milanese   Vogliamo festeggiare il Santo Natale e il 5° compleanno di Spike... Leggi tutto...
Immagine
Facciamo QUATTRO
Lunedì 10 Marzo 2014
Un'altra novità arricchisce l'offerta Porcospina: è in arrivo il quarto allenamento settimanale. In collaborazione con i Mastini Rugby A.S.D. a... Leggi tutto...
Immagine
Proseguono le partite 6 Nazioni in Club House Porcospini
Mercoledì 19 Febbraio 2014
Prosegue l'iniziativa del Rugby Metanopoli di invitare i rugbisti e appassionati di Rugby in zona a incontrarsi per vedere insieme le parite del 6... Leggi tutto...
Immagine
Un'altro Porcospino convocato in selezione lombarda
Giovedì 07 Febbraio 2013
   Jacopo Malacart tiene a battesimo e dà il benvenuto all'ultimo della serie dei Porcospini convocati in selezione lombarda. Il Comitato... Leggi tutto...
Ullisse e le sirene grigio amaranto - U16 al confine tra mitologia e sufficienza
Lunedì 14 Aprile 2014
Sabato 12 Aprile - Cernusco sul Naviglio Gli Under 16 di Metanopoli registrano  il passaggio al girone interregionale. Ciò avviene con un po' di... Leggi tutto...
Onore al Como dominatore del girone
Giovedì 13 Marzo 2014
  Como  , 8 Marzo 2014 - Como vs Porcospini Rugby Metanopoli  La 5 giornata di ritorno del campionato U16 ha visto impegnati i Porcospini nel... Leggi tutto...
Concentramento Pavia 22 Mar 2014, U8-U10
Mercoledì 26 Marzo 2014
Bello bagnato il concentramento a Pavia del nostro minirugby con Cus Pavia e Rho Rugby. Test match per le due squadre equilibrate U10 e... Leggi tutto...
U8-U10 Concentramento 9 Marzo - Como
Domenica 16 Marzo 2014
130 bambini in campo a divertirsi al concentramento minirugby a Como del 9 Marzo, in una magnifica giornata di sole, con salamelle e calendari... Leggi tutto...
Immagine
U8-U10 Torneo della Merla (Monza) - 23 Feb 2014
Lunedì 24 Febbraio 2014
Finalmente dopo tanto fango accumulato nell’inverno il minirugby è sceso in campo a Monza per il Torneo della Merla ma che di freddo, per fortuna,... Leggi tutto...
Porcospini al Giuriati: 22 buoni motivi per esserci.
Domenica 16 Marzo 2014
Milano 15 marzo 2014 - Test match CUS Milano vs PorcoSpini Rugby Metanopoli Al Giuriati, tempio del rugby milanese, si è compiuto oggi il secondo... Leggi tutto...
You are here: Home